russian | | | italiano | italiano | italiano |+ 382 (0) 41-230 250 | info@cetinje.travel

Il Mausoleo di Lovcen

Alla cima ‘Jezerski vrh’ (la cima del Lovcen all’altezza di 1660m), sulla richiesta di Petar II Petrovic Njegos, fu costruita una cappella già nel corso della sua vita. Il suo desiderio, di essere sepolto in questo posto, è stato esaudito dal principe Danilo che con i montenegrini più emninenti fece portare le sue reliquie nel regno dei fulmini sulla cima. Ma non erano solo i fulmini la cosa che disturbava il sonno eterno del Vescovo. ‘Jezerski vrh’ era il bersaglio ai turchi, e dopo agli austriaci che nel 1916. distrussero la cappella. La nuova fu costruita nel 1925, e più tardi croato Ivan Mestrovic realizzò un progetto monumentale.

Il mausoleo è stato aperto nel 1974. Per raggiungerlo, da Cetinje ci sono 20 km di strada da superare, poi salire 461 gradini. È una esperienza particolare.

All’ingresso della cappella, la parte centrale è dominata da due monumentali statue di granito nero che rappresentano le donne montenegrine nei costumi nazionali, come cariatidi. All’interno, sei laterali e una sala centrale marmo potrato di Boka e di Brac. La volta è ricoperta da un mosaico di 200 mila tessere dorate. La figura di Njegos che sta seduto con un libro aperto, che è anche il lavoro di Ivan Mestrovic. Il sarcofago di marmo del vescovo Rade è semplice, con una croce scolpita e lo stemma nazionale, i simboli del potere ecclesiastico e secolare.

Prezzo del biglietto:

–           3€ (persone fisiche)

–           3€ (persone giuridiche)

–           1,5 € (bambini e studenti)

Orari di apertura:

–           09-17h (in stagione)